Home cambiamento climatico Allarme climatico annunciato da un gruppo di esperti: “La Terra potrebbe entrare...

Allarme climatico annunciato da un gruppo di esperti: “La Terra potrebbe entrare a breve in una Mini Era Glaciale”

1
0

La Terra potrebbe entrare a breve in una mini era glaciale. L’allarme climatico é stato annunciato da un gruppo di esperti. In particolare uno scienziato della NASA, ha affermato che “l’attività delle macchie solari, sulla superficie del nostro pianeta è scesa così in basso da poter comportare l’arrivo di una mini era glaciale” . L’attività delle macchie solari infatti, segue un ciclo che si ritiene abbia una durata di 11 anni. Secondo i ricercatori,il raffreddamento potrebbe invece verificarsi nel giro di pochi mesi. Anche l’aumento delle eruzioni vulcaniche e i cambiamenti climatici estremi, daranno un piccolo contributo per l’arrivo di grossi cambiamenti come ad esempio l’arrivo di una mini era glaciale.

Risultati immagini per solar minimum 2016

Risultati immagini per mini ice age

La NASA  prevede che il sole raggiungerà il suo minimo solare nel 2019 o nel 2020. Durante il più lungo minimo solare registrato tra il 1645 e il 1715, molti luoghi nel mondo subirono un’ondata di freddo estremo.

l meteorologo inglese Paul Dorian ha avvertito che il forte calo dell’attività solare potrebbe essere il segnale dell’arrivo di una mini era glaciale: “Se la storia insegna qualcosa – ha detto Dorian – è giusto affermare che l’attività solare debole per un periodo prolungato di tempo può avere un impatto sul raffreddamento delle temperature globali nella troposfera, che è lo strato dell’atmosfera terrestre dove tutti noi viviamo”.

Anche una ricerca della professoressa Valentina Zharkov della Northumbria University ha suggerito che una simile ondata di freddo potrebbe colpire la Terra tra il 2020 e il 2050. “Sono assolutamente fiduciosa nella nostra ricerca – ha affermato – ha buon background matematico e dati affidabili. In realtà, i nostri risultati possono essere ottenuti da qualsiasi ricercatore e dati simili sono disponibili in molti osservatori solari”.