La tempesta più forte della stagione ha bombardato la California meridionale con ore di pioggia, inondando le autostrade e forzando le evacuazioni nelle zone già devastate dagli incendi.

La tempesta è stata  alimentata da una lunga striscia di umidità sul Pacifico – un cosiddetto fiume atmosferico – che si comporta come un nastro trasportatore che trasporta la pioggia verso la costa occidentale. La tempesta – la seconda delle tre avvenute in pochi giorni – viene dal Golfo dell’Alaska. Sta entrando in una fascia di umidità conosciuta come un fiume atmosferico che si estende dalle Hawaii alla California mentre un sistema a bassa pressione si parcheggia sulla California.

L’American Meteorological Society ha appena annunciato la creazione di una scala che classificherà l’intensità dei fiumi atmosferici dalle categorie da 1 a 5, simile alla scala esistente utilizzata per gli uragani.  Un allerta di tempesta invernale è rimasta in vigore fino alle 16:00 di martedì per la contea di Mono, sede delle località di Mammoth Mountain e June Mountain, dove sono caduti da 7 a 9 metri di neve.