Home Catastrofe NaturaleDisastri Ambientali E’ stata una centrale elettrica geotermica, la causa del terremoto di Pohang

E’ stata una centrale elettrica geotermica, la causa del terremoto di Pohang

by Monica
0 comment

Un gruppo del governo sud coreano ha concluso che il terremoto di magnitudo 5,4 che ha colpito la città di Pohang il 15 novembre 2017 , è stato probabilmente causato da una centrale elettrica sperimentale geotermica. Il  “panel” è stato convocato su ordini presidenziali e ha pubblicato le sue conclusioni il 20 marzo scorso.

A differenza dei convenzionali impianti geotermici, che estraggono energia direttamente dall’acqua sotterranea o dalla roccia calda, la centrale elettrica di Pohang ha” iniettato il fluido ad alta pressione nel terreno” per fratturare la roccia e rilasciare il calore , una tecnologia nota come sistema geotermico avanzato. Questa pressione ha causato piccoli terremoti che hanno colpito le faglie vicine, e alla fine ha innescato il grande terremoto del 2017.

Il terremoto è stato il secondo più forte e il più distruttivo record della nazione: ha ferito 135 persone e causato danni per 300 miliardi di 290 milioni di dollari. Il ministero del commercio, dell’industria e dell’energia della nazione, che aveva fornito i finanziamenti per l’impianto, ha dichiarato “di accettare le conclusioni del gruppo” esprimeno profondo rammarico ai cittadini di Pohang che sono stati danneggiati dall’evento.

Il ministero ha annunciato che avrebbe smantellato la centrale elettrica, ripristinato il sito alla sua condizione originale e investito 225,7 miliardi di won per riparare le infrastrutture nella zona più colpita. I risultati supportano i dati di una coppia di studi pubblicati su Science l’anno scorso, che indicavano l’impianto come  probabile causa del terremoto.

 

Related Articles

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679. Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy