Sale il numero dei casi di infezione del mortale virus Ebola, nella Repubblica Democratica del Congo.  I casi sono quasi 600, secondo il ministero della salute del paese: “Dall’inizio dell’epidemia sono stati registrati un totale di 593 casi (545 confermati e 48 possibili), un totale di 360 persone sono morte e altre 203 sono state curate”, ha detto il dipartimento in una nota.  La malattia da virus Ebola è un’infezione virale acuta che colpisce l’uomo e alcuni tipi di animali.

L’epidemia di Ebola è scoppiata nell’Africa occidentale nel 2015 e ha interessato principalmente tre paesi: Guinea, Sierra Leone e Liberia.

Rimane tesa la situazione nella Repubblica democratica del Congo dopo l’annuncio di rinviare le elezioni presidenziali e parlamentari in un certo numero di distretti a causa dell’epidemia di Ebola, ciò ha avuto un effetto negativo sulle misure per combattere la diffusione del virus.

Il Ministero della salute informa che “a causa di manifestazioni della popolazione è stata interrotta la vaccinazione a Goma, Beni, Butembo, Catwa, Mabalako”. Si osserva, inoltre, che “c’è il rischio di ritardi nei prossimi giorni nell’emissione dei bollettini” del ministero della Salute sulla situazione. Il bollettino del primo gennaio è stato pubblicato su Twitter con circa 16 ore di ritardo.