Un’altra potente eruzione si è verificata nel cratere dell’Etna il 18 febbraio 2019. Il vulcano ha espulso un pennacchio vulcanico di diverse centinaia di metri nell’aria, provocando la chiusura parziale dell’aeroporto internazionale di Catania.

Pennacchi di fumo hanno continuato a uscire dall’Etna vicino a Catania, in Sicilia, lunedì. L’Etna ha ripreso la sua attività con fumo cenere vulcanica, che hanno reso opportuna anche la chiusura dello spazio aereo dell’aeroporto internazionale di Catania-Fontanarossa. Nessun volo potrà infatti atterrare o decollare dallo scalo siciliano a partire dalle 18:00 di oggi, mercoledì 20 febbraio.

La decisione arriva dall’Unità di crisi della Sac, la società che gestisce l’aeroporto. Molti dei voli in arrivo e in partenza sono stati dirottati su Palermo e Comiso (Ragusa) mentre altri voli sono stati cancellati. La situazione  peggiorata nelle ultime ore, a causa di una violenta emissione di cenere da uno dei suoi crateri sommitali.