Home Catastrofe Naturale Vulcani Il supervulcano di Yellowstone si avvicina alla prossima eruzione?

Il supervulcano di Yellowstone si avvicina alla prossima eruzione?

I sismologi dell'Università dello Utah, hanno scoperto un serbatoio di roccia calda, parzialmente fusa sotto il supervulcano, stimandone una grandezza di 4,4 volte più grande della camera magmatica più superficiale.

301
0

Il supervulcano di Yellowstone, situato nello stato americano del Wyoming, è eruttato per l’ultima volta 640.000 anni fa.

Questo ci dice che Yellowstone si sta avvicinando ad una prossima esplosione, ma potrebbero volerci ancora diversi anni e il lavoro degli esperti è quello di studiarlo e monitorarlo in maniera costante per prevenire un’eruzione maggiore, che potrebbe spazzare via all’istante ampie zone degli Stati Uniti.

Il lato nascosto di Yellowstone

I sismologi dell’Università dello Utah, in uno studio realizzato nel 2015, hanno scoperto e realizzato immagini di un serbatoio di roccia calda, parzialmente fusa da 12 a 28 miglia sotto il supervulcano, stimandone una grandezza di 4,4 volte più grande della camera magmatica più superficiale.

Secondo il ricercatore Jamie Farrel, coautore dello studio pubblicato sulla rivista Science, la roccia calda nel serbatoio di magma più profondo riempirebbe il Grand Canyon di 1.000 miglia cubiche 11,2 volte, mentre la camera magmatica precedentemente conosciuta lo riempirebbe 2,5 volte.

Per la prima volta, abbiamo ripreso il sistema idraulico continuo vulcanico sotto Yellowstone“, dice il primo autore dello studio Hsin-Hua Huang, ricercatore in geologia e geofisica. “Ciò include la camera magmatica della crosta superiore che abbiamo visto in precedenza più un serbatoio di magma crostale inferiore che non è mai stato ripreso prima e che collega la camera superiore al pennacchio del punto caldo di Yellowstone sottostante.

Steamboat e future eruzioni vulcaniche

Il ritorno in attività di Steamboat ha scatenato la paura di future eruzioni vulcaniche nel bacino dei geyser circostanti, secondo il sito web UC Berkeley.