Home Catastrofe NaturaleVulcani L’ Anello di Fuoco del Pacifico si sta nuovamente surriscaldando. Tutte le eruzioni in tempo reale!

L’ Anello di Fuoco del Pacifico si sta nuovamente surriscaldando. Tutte le eruzioni in tempo reale!

by Monica
0 comment

L’Anello di Fuoco è la base di alcune delle forze più potenti e pericolose del pianeta Terra. Le violente “energie geologiche” ora sembrano nuovamente risvegliarsi. Molti vulcani che si trovano nell’ Anello di Fuoco del Pacifico sono infatti in piena attività. Lava, cenere e gas vengono espulsi fino a centinaia di metri di distanza dai rispettivi crateri.

Ecco un riepilogo completo delle eruzioni più potenti degli ultimi giorni:

Vulcano Agung, Indonesia – Allerta Rossa.

Il vulcano ha provocato una fortissima esplosione il 12 maggio alle 22:29 ora locale. L’esplosione è durata 2 ore e16 minuti ed è stata accompagnata da un borbottio di bassa ampiezza. L’altezza del pennacchio di cenere e lapilli non può essere determinata a causa della copertura nuvolosa. L’Agung è al livello di allerta 3, con una zona di pericolo di 4 km di raggio.

Eruzione del vulcano Sinabung, Indonesia

L’attività di Sinabung sta aumentando con forza dall’eruzione del 7 maggio 2019, che ha mandato un pennacchio di cenere di 2 km in aria, prima di cadere in diversi villaggi attorno al vulcano.

Il giorno 11 maggio 2019 alle 20:39 ora locale, i sismogrammi hanno registrato un’eruzione con un’ampiezza massima di 9 mm che è durata 33 minuti. Il 12 maggio 2019, alle 12:33 ora locale, un’altra esplosione ha illuminato la cima del vulcano.

Eruzione di Anak Krakatau, Indonesia

Ad Anak Krakatau continuano le eruzioni ma con intensità decrescenti. Il 12 maggio 2019, è stato registrato uno sciame sismico di 21 terremoti e 17 esplosioni. Inoltre, sono stati registrati 12 terremoti a bassa frequenza e due terremoti armonici. Il 12 maggio alle  12:20 ora locale, il vulcano è eruttato per 152 secondi con un’ampiezza massima di 58 mm.

Esplosione di Nevados de Chillan, Cile

Il Sernageomin riporta un’esplosione sempre il  12 maggio 2019 alle 20:03 ora locale, che ha parzialmente distrutto la cupola del vertice. L’eruzione è stata associata a un terremoto di tipo LP (dinamica dei fluidi interni).

Si riscontra un’incandescenza legata all’emissione di gas e materiali piroclastici ad alta temperatura, nonché depositi nelle vicinanze del cratere.

Eruzione di Sakurajima, Giappone

Il vulcano Sakurajima è esploso il 13 maggio 2019, alle 13:46 ora locale, con un pennacchio di ceneri che si alzava in aria prima di andare alla deriva verso NSN.

Related Articles

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679. Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy