Home Vulcani L’ Anello di Fuoco del Pacifico si sta nuovamente surriscaldando. Tutte le...

L’ Anello di Fuoco del Pacifico si sta nuovamente surriscaldando. Tutte le eruzioni in tempo reale!

6
0

L’Anello di Fuoco è la base di alcune delle forze più potenti e pericolose del pianeta Terra. Le violente “energie geologiche” ora sembrano nuovamente risvegliarsi. Molti vulcani che si trovano nell’ Anello di Fuoco del Pacifico sono infatti in piena attività. Lava, cenere e gas vengono espulsi fino a centinaia di metri di distanza dai rispettivi crateri.

Ecco un riepilogo completo delle eruzioni più potenti degli ultimi giorni:

Vulcano Agung, Indonesia – Allerta Rossa.

Il vulcano ha provocato una fortissima esplosione il 12 maggio alle 22:29 ora locale. L’esplosione è durata 2 ore e16 minuti ed è stata accompagnata da un borbottio di bassa ampiezza. L’altezza del pennacchio di cenere e lapilli non può essere determinata a causa della copertura nuvolosa. L’Agung è al livello di allerta 3, con una zona di pericolo di 4 km di raggio.

Eruzione del vulcano Sinabung, Indonesia

L’attività di Sinabung sta aumentando con forza dall’eruzione del 7 maggio 2019, che ha mandato un pennacchio di cenere di 2 km in aria, prima di cadere in diversi villaggi attorno al vulcano.

Il giorno 11 maggio 2019 alle 20:39 ora locale, i sismogrammi hanno registrato un’eruzione con un’ampiezza massima di 9 mm che è durata 33 minuti. Il 12 maggio 2019, alle 12:33 ora locale, un’altra esplosione ha illuminato la cima del vulcano.

Eruzione di Anak Krakatau, Indonesia

Ad Anak Krakatau continuano le eruzioni ma con intensità decrescenti. Il 12 maggio 2019, è stato registrato uno sciame sismico di 21 terremoti e 17 esplosioni. Inoltre, sono stati registrati 12 terremoti a bassa frequenza e due terremoti armonici. Il 12 maggio alle  12:20 ora locale, il vulcano è eruttato per 152 secondi con un’ampiezza massima di 58 mm.

Esplosione di Nevados de Chillan, Cile

Il Sernageomin riporta un’esplosione sempre il  12 maggio 2019 alle 20:03 ora locale, che ha parzialmente distrutto la cupola del vertice. L’eruzione è stata associata a un terremoto di tipo LP (dinamica dei fluidi interni).

Si riscontra un’incandescenza legata all’emissione di gas e materiali piroclastici ad alta temperatura, nonché depositi nelle vicinanze del cratere.

Eruzione di Sakurajima, Giappone

Il vulcano Sakurajima è esploso il 13 maggio 2019, alle 13:46 ora locale, con un pennacchio di ceneri che si alzava in aria prima di andare alla deriva verso NSN.