Una nuova ricerca sui topi spiega come anche la più piccola quantità di  allergene possa scatenare rapidamente una reazione allergica in tutto il corpo: la causa è un tipo di cellula che sonda il flusso sanguigno per gli allergeni e li trasmette alle cellule immunitarie, inducendo la cosiddetta anafilassi. 

Quando queste cellule immunitarie chiamate mastociti, rilevano un allergene a cui sono sensibilizzate, diffondono nel corpo proteine ​​infiammatorie che scatenano la reazione allergica.  Nello studio, i ricercatori hanno sistematicamente abbassato i livelli di diversi tipi di cellule immunitarie nei topi per vedere come la risposta degli animali agli allergeni delle uova è cambiata.    “Abbiamo scoperto che i mastociti non raccoglievano gli allergeni perchè c’era una cellula intermedia“, afferma il coautore dello studio Soman Abraham, un patologo della Duke University School of Medicine.

Le cellule denditriche

Quando una cellula dendritica rileva le molecole estranee, le elabora e visualizza le proteine ​​sulla sua superficie, segnalando la presenza degli invasori su altre cellule immunitarie: utilizzando una tecnica chiamata microscopia a due fotoni, il team ha dimostrato che questo gruppo di cellule dendritiche ha un modo diverso e più rapido di allertare i mastociti direttamente agli allergeni. In futuro, queste cellule potrebbero essere una “chiave di volta” nel trattamento e la prevenzione di reazioni allergiche, si parla peró di un futuro ancora lontano.