Un gruppo di scienziati dell’Università di Hong Kong ha sviluppato una sostanza chimica “molto potente in grado interrompere  il ciclo di vita di vari virus”. Secondo i ricercatori cinesi che hanno pubblicato il loro  studio su Nature Communications, dichiarano che il farmaco, chiamato  AM580 , ha dimostrato di essere efficace nei test  beffettuati nei topi nell’arco di tempo di due anni.

La sostanza chimica è stata efficace bloccando la replicazione di diversi ceppi di influenza, come H1N1,  H5N1  (nota come l’influenza aviaria o di pollo) e H7N9, così come i virus che causano la sindrome respiratoria acuta grave (SARS) e sindrome respiratoria dal coronavirus del Medio Oriente (MERS).

Allo stesso modo, il potente antivirale AM580 è anche riuscito a  fermare la replicazione del virus Zika , trasmesso dalle zanzare, e l’Enterovirus 71, che causa malattie alle mani, ai piedi e alla bocca.

“Questo è ciò che chiamiamo un farmaco  antivirale ad ampio spettro , il che significa che può uccidere diversi virus “, ha detto il  dott. Yuen Kwok-yung, direttore della ricerca,  microbiologo presso AFP. “Questo è molto importante nel rapido controllo di un’epidemia”, ha spiegato lo scienziato. Gli antivirali ad ampio spettro sono visti come un “Santo Graal”, perché possono essere usati contro più patogeni. Al contrario, i vaccini generalmente proteggono solo  da un ceppo , mentre il virus può essere mutato nel momento in cui vengono prodotti.

Il prossimo passo, ha detto Yuen, è di testare il farmaco in una più ampia varietà di animali, tra cui  maiali e primati , prima di passare alle sperimentazioni cliniche sugli esseri umani. Questo processo potrebbe richiedere fino a otto anni.

Derivato di AM580 usato come cura contro il cancro

Un derivato di AM580 è già in uso in Giappone per  curare il cancro, il che aumenta la speranza di cura e della bassa tossicità per gli esseri umani. Il team dell’Università di Hong Kong ha richiesto un brevetto negli Stati Uniti. per sviluppare la sua ricerca.

Lo studio fa parte di un numero crescente di opere di virologi che cercano di trovare farmaci che  evitino di attaccare direttamente  il virus, poiché questo può portare alla resistenza dei virus stessi. Invece, i virologi cercano composti che interrompano il modo in cui i virus utilizzano gli acidi grassi essenziali, noti come lipidi, all’interno delle cellule del corpo per replicarsi.

https://www.youtube.com/watch?v=tBW2qkkuQNk&t=69s