Uno sciame sismico è in corso tra la Cascadia e la Faglia di Sant’Andrea da ieri pomeriggio, con quattro terremoti poco profondi di magnitudo tra 3.4 e i 4.5.

Secondo la mappa di Tremblor, i 5 terremoti si sono verificati su un difetto inverso destro-laterale che collega la zona di frattura di Sant’ Andreas-Mendocino con la parte superficiale della zona di subduzione della Cascadia.È in questa regione che le faglie di San Andreas e Cascadia si incontrano, ed é in questo punto che la crosta viene schiacciata, distorta e fratturata.

Entrambe le faglie sembrano essere in ritardo secondo gli esperti, per un terremoto catastrofico. La Cascadia è in ritardo  da oltre 30 anni  e Sant’ Andrea da oltre 40 anni .

La gestione del rischio sismico richiede un sistema resiliente di consapevolezza sociale, istruzione e comunicazione, insieme a risposte efficaci a breve e a lungo termine e implementate in un ambiente costruito in modo ottimale e sicuro. E la Cascadia si sta preparando al grande terremoto, insieme alla California.