Home Catastrofe NaturaleTerremoti Un terremoto lungo 50 giorni che nessuno ha sentito!

Un terremoto lungo 50 giorni che nessuno ha sentito!

by Monica
0 comment

Nell’estate del 2016, un grande terremoto ha colpito la Turchia nord-occidentale. Ciò non è così insolito, considerando che la regione si trova in cima a una rete di faglie di ramificazione altamente attiva che ha una storia di produzione di tremori seriamente potenti.

La cosa strana di questo particolare terremoto è che è durato per 50 giorni, e non è stata percepito da nessuno. Secondo un nuovo studio su Earth and Planetary Science Letters, “il tremore” era un tipo molto particolare di terremoto noto come evento ” slow slip”. A differenza dei terremoti “tipici”, che spezzano la crosta con un sobbalzo improvviso, le scivolate lente implicano un movimento molto graduale lungo una faglia e non rilasciano nessuna delle dannose onde sismiche che normalmente vengono prodotte.

“Potresti definirli tremiti fantasma” ,afferma la conduttrice dello studio Patricia Martínez-Garzón, ricercatrice di geomeccanica presso il GFZ German Research Center for Geosciences di Potsdam.

Scivolamento lento

Gli eventi di scivolamento lento sono stati scoperti nella zona di subduzione di Cascadia nel nord-ovest degli Stati Uniti del Pacifico, nei primi anni 2000 , “poco prima che fossero individuati nelle zone di subduzione della Nuova Zelanda”, dice Rebecca Bell. “Gli eventi slow slip ci hanno fatto capire che c’è un’intera gamma di errori tra i due “, dice Bell.  Queste curiosità rilasciano l’energia corrispondente a quella di un improvviso, grande terremoto, ma si verificano per un tempo così lungo che l’energia non si traduce mai in scuotimenti superficiali.

Se il primo potrebbe essere paragonato alle “esplosioni di barili di polvere”  gli eventi di scivolamento lento sono più simili a candele che bruciano lentamente attraverso il loro carburante.

I 50 giorni del terremoto turco potrebbe sembrare lenta, ma non è così insolita , dice Lucile Bruhat, una ricercatrice di fisica per il terremoto all’Ecole Normale Supérieure di Parigi. A sua conoscenza, il più lungo evento di scivolamento lento mai registrato è stato in Alaska, e ha prodotto un evento di magnitudo 7.8 che ha richiesto almeno nove anni per giungere alla fine. Inoltre, la mancanza di onde sismiche significa che gli eventi non possono essere rilevati con i sismometri. I geologi notarono per la prima volta tremiti lenta in base ai dati delle stazioni GPS, che registrano la forma mutevole della superficie del pianeta.

fonte

Related Articles

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679. Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy