Home Catastrofe NaturaleDisastri Ambientali Yellowstone, Scienziati avvertono che le recenti scosse sismiche potrebbero essere un segno dell’imminente eruzione!!

Yellowstone, Scienziati avvertono che le recenti scosse sismiche potrebbero essere un segno dell’imminente eruzione!!

by Red Alert
0 comment

Un geologo americano suggerisce che la serie di mini tremori registrati ad aprile al parco di Yellowstone,  potrebbe indicare che il vulcano sta per esplodere.

Durante il mese di Aprile 2019, nelle vicinanze della caldera di Yellowstone – meglio conosciuta come supervulcano di Yellowstone – nel nord-ovest dello stato del Wyoming (USA), sono stati registrati  un totale di 63 terremoti. Sebbene l’entità del più forte di tutti fosse solo di 2,6, alcuni esperti avvertono che non è il potere a preoccupare, ma la quantità.


Una sequenza di deboli scosse attorno a un vulcano potrebbe essere un segno della sua prossima eruzione, dice Scott Burns, professore di geologia alla Portland State University, nello stato dell’Oregon, intervistato dal  Daily Express . “Se ci sono sciami sismici sotto un vulcano attivo, un’ipotesi di lavoro è che  il magma si muova al di  sotto”, dice lo scienziato.

Secondo il professore emerito di geologia e geofisica presso l’Università dello Utah, Robert B. Smith, autore di  “Finestre nella Terra”, una esplosione del supervulcano Yellowstone potrebbe portare una “devastazione completa e incomprensibile “e coprire con cenere tutta la parte occidentale degli Stati Uniti. La colonna di cenere sarebbe così densa da ostacolare il trasporto aereo e causare problemi con l’approvvigionamento alimentare globale.

Opinione opposta

Tuttavia, data la paura generata dai recenti terremoti, altri esperti smentiscono la teoria della prossima eruzione della caldaia sotterranea di Yellowstone. In questo senso, Jamie Farrell, Ph.D. in geofisica all’Università dello Utah, ricorda che i tremori  sono abbastanza comuni  nell’area vicino a Yellowstone e che fanno parte del suo ciclo naturale.

“Non c’è alcuna indicazione che questo sciame sismico sia collegato al magma che si muove attraverso la crosta superficiale”, dice Farrell. L’ultima eruzione di questa caldaia avvenne  700.000 anni fa  e gli specialisti stimano che dovrebbe essere ripetuta ogni milione di anni. Nell’estate del 2017, più di 2.500 terremoti  sono stati registrati in tre mesi  nel Parco Nazionale di Yellowstone , uno dei più lunghi sciami sismici nella storia della caldera. La maggior parte dei terremoti erano molto deboli, ma alcuni si sentivano nel parco, tra cui il più forte, di magnitudo 4.4.

Il Sismologo David Shelley del US Geological Survey (USGS), ha  spiegato  che questa catena di tremori  potrebbe essere stata causata dalla diffusione dell’acqua  attraverso le crepe nel sottosuolo della Terra, e non dal movimento del magma. Poiché quest’acqua è sottoposta a una forte pressione nella crosta profonda, tende a spostarsi verso l’alto e, occasionalmente, lateralmente. Interagendo con rocce più fredde e fredde, l’acqua può scatenare terremoti di piccola intensità come quelli registrati di recente.

Related Articles

Informativa ai sensi dell'art. 13 del D. Lgs. 196/2003 e dell'art. 13 del Regolamento UE 2016/679. Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione mediante cookie nel rispetto della privacy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Accetto Leggi di più

Privacy & Cookies Policy